30 marzo 2019

Dado vegetale con poco sale in crema


Vi siete mai soffermati a leggere l’etichetta dei dadi vegetali del supermercato? Io si, e per questo motivo ho deciso di non comprarli più. Ormai da anni li faccio in casa e ne guadagnamo sia nel gusto che in salute.
È una preparazione semplice, che non richiede la sterilizzazione dei vasetti, ed è sempre pronto all'uso, basta prenderne un cucchiaio dal freezer ed aggiungerlo all'acqua per avere un ottimo brodo vegetale. Io lo uso tantissimo anche per insaporire le verdure in padella, non possiamo più farne a meno!
Nei dadi vegetali (di una nota marca) troviamo:
- Sale 48,5%
- Grasso vegetale di palma
- Glutammato monosodico
Già mi è passata la voglia di comprarlo... ma le verdure? Un dado vegetale dovrebbe contenere un bel po' di verdure. Eccole in fondo alla lista degli ingredienti:
- Verdure 4%
Non aggiungo altro.
Nel mio dado la percentuale di verdure è intorno al 85% e la differenza si sente, specialmente se usato nei brodi.
Ho fatto questa versione con tanta cipolla e ancora meno sale rispetto agli altri miei dadi che trovate QUI e ci è piaciuto molto. Facciamolo insieme!

INGREDIENTI:

150 gr di carote
150 gr di patate
150 gr di sedano
100 gr di zucchine
400 gr di cipolla
1 spicchio d’aglio
Basilico
Prezzemolo
Rosmarino
180 gr di sale grosso

PREPARAZIONE:

Tagliare le verdure a pezzetti e metterle in una pentola con il sale e gli aromi.
Accendere il fuoco e fare cuocere lentamente per 50 minuti, senza aggiungere liquidi. Il sale farà uscire l’acqua dalle verdure.
Passare le verdure con un frullatore a immersione fino ad ottenere una crema.
Completare la cottura per altri 5 minuti mescolando e riporre nei vasetti puliti. Una volta raffreddati conservarli in freezer.

Il dado, grazie alla presenza del sale (che è un anti congelante) rimarrà cremoso anche da congelato.


27 marzo 2019

Buon Compleanno Club del 27: le mie barrette di cioccolato ai semi di zucca senza cottura


Il Club del 27 ha compiuto 2 anni ed oggi ci ritroviamo qui a festeggiare, ognuno con una ricetta a scelta tra tutte quelle proposte in questi due anni. Io, nonostante sia a dieta, ho deciso di dare il mio contributo con questa ricetta molto golosa, adatta anche a chi non è abile ai fornelli, che ho ripescato dal calendario dell'avvento dello scorso Novembre. Anche allora mi ero data da fare col cioccolato, preparando il DARK CHOCOLATE ROCKY ROAD, una sorta di cioccolatino con all'interno marshmallows e pistacchi.
Stavolta invece ho fatto questi deliziosi cioccolatini, con sopra uno strato di ganache e senza cottura, l'unica difficoltà (se così si può chiamare) è sciogliere il cioccolato.
Che ne dite di provarli? Facciamoli insieme!

INGREDIENTI:

1 cucchiaio di burro morbido
300 gr di cioccolato fondente al 60% tritato
170 gr di crema spalmabile alle nocciole
90 gr  di fogliette di pasta sfoglia tritate
120 gr di semi di zucca tostati
80 gr di panna
1 pizzico di sale

PREPARAZIONE:

Foderare con un pezzo di carta forno uno stampo da plumcake e spennellare la carta con il burro.
Sciogliere 210 gr di cioccolato a bagnomaria ed aggiungere la crema spalmabile, le sfogliette, il sale e 90 gr di semi di zucca. Mescolare bene e versare nella teglia. Fare rassodare in frigo per una notte.
Portare ad ebollizione la panna, spegnere il fuoco ed unire il restante cioccolato, mescolando per farlo sciogliere. Togliere dal frigo lo stampo e con una forchetta grattare leggermente la superficie. Versare la ganache e distribuirla in maniera uniforme. Aggiungere i semi di zucca e riporre in frigo per qualche ora. Estrarre il cioccolato dallo stampo, tagliare a quadretti le barrette e servire.



Tutte le altre ricette di questo mese le trovate QUI



24 marzo 2019

Cavatappi con tonno e cavolfiore

La pasta con tonno e cavolfiore è uno dei piatti preferiti da mio figlio e piace molto anche a noi grandi. E' uno di quei piatti dell'ultimo minuto, uno di quelli che preparo la sera quando torniamo tardi e non ho molto tempo per cucinare. Da settembre Aaron ha voluto iscriversi ad un corso di kickboxing per bambini e quindi 3 volte alla settimana, nel pomeriggio, lo accompagno in palestra. Ha preso molto seriamente questa cosa ed io ne sono felice. Onestamente non pensavo gli piacesse così tanto, mi ha già chiesto quando può fare il suo primo incontro ma ha solo 5 anni. 😂

Ora però torniamo alla ricetta e facciamola insieme!

INGREDIENTI per 4 persone:

320 gr di cavatappi
1 piccolo cavolfiore
150 gr di tonno in scatola sgocciolato
1 spicchio d'aglio
Olio evo
Sale

PREPARAZIONE:

Pulire il cavolfiore e dividerlo in cimette, lessarle in abbondante acqua salata per 5 minuti, dopodiché aggiungere la pasta.
Quando mancano 5 minuti alla cottura della pasta mettere un filo d'olio in una grossa padella, soffriggere uno spicchio d'aglio e aggiungere il tonno.
Scolare la pasta col cavolfiore ed unirla alla padella col tonno, dopo aver tolto lo spicchio d'aglio. Aggiungere un filo d'olio, mescolare bene e servire.

15 marzo 2019

Crostata di mele e confettura speziata

Quest'autunno ho fatto una confettura speziata con mele, prugne, pere e zenzero che mi è piaciuta molto. Ne ho ancora un paio di vasetti ma, visto che sta arrivando la primavera, è tempo di fare spazio in dispensa per le nuove confetture.
Ho pensato a come usarla e mi è venuta questa idea: una crostata di mele speziata che è anche facile da preparare.
Facciamola insieme!

INGREDIENTI:
Per la frolla:

300 gr di farina tipo 2
150 gr di burro
1 uovo grande
120 gr di zucchero
1 cucchiaino di lievito per dolci
1 pizzico di sale

200 gr di confettura autunnale speziata (o quella che preferite)
2 mele
Gelatina spray

PREPARAZIONE:

Mettere in una ciotola tutti gli ingredienti della frolla ed impastare velocemente con la punta delle dita fino ad ottenere una palla. Mettere in frigo a riposare per almeno un’ora, dopodiché stendere la pasta frolla allo spessore di 4 mm e rivestire una tortiera di 26 cm.
Bucherellare la pasta con una forchetta e riempirla di confettura.

Sbucciare e tagliare le mele non troppo sottili, coprire con le fette di mela la confettura, in maniera ordinata, e cuocere in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 35 minuti, o comunque fino a doratura. Una volta raffreddata spruzzare sulle mele la gelatina.


Leggi anche:


08 marzo 2019

Risotto con foglie di sedano e pepe nero

Il sedano è un ortaggio con una percentuale di scarto molto alta, solitamente le foglie e le parti apicali vengono gettate via ma basta sapere come utilizzarle per evitare questo spreco. E' possibile realizzare ricette a costo zero utilizzando gambi, bucce e torsoli, l'importante è iniziare a vedere queste parti di scarto come veri e propri ingredienti.
Vi ho già mostrato come ridurre gli scarti del sedano utilizzando le foglie nel Pesto di foglie di Sedano e nelle Frittelle di foglie di Sedano, oggi invece vi propongo di metterle nel risotto.

Leggi anche: CUCINARE SENZA SPRECHI

Facciamolo insieme:

INGREDIENTI per 4 persone:

320 gr di riso carnaroli
1 manciata di foglie di sedano
Brodo vegetale (per me con il dado fatto in casa)
1 noce di burro
40 gr di parmigiano grattugiato
Abbondante pepe nero
Sale

PREPARAZIONE:

Portare a bollore il brodo. Fare tostare il riso per un paio di minuti in una pentola molto calda senza aggiungere condimenti. Bagnare con un po' di brodo, senza fare asciugare troppo il riso, aggiungere le foglie di sedano tagliate finemente e mescolare di tanto in tanto aggiungendo altro brodo. Continuare ad aggiungere il brodo, poco per volta, mescolando finché il riso sarà cotto. Regolare di sale e spegnere il fuoco. Aggiungere il formaggio, il pepe e mantecare il risotto con il burro.