Cucinare senza sprechi


In molti mi hanno chiesto di approfondire l'argomento degli scarti alimentari, per cucinare senza sprechi e per riciclare il più possibile. Ormai lo sapete, non mi piace per niente sprecare, soprattutto in cucina. Alcuni alimenti hanno una percentuale molto alta di scarto, ed io cerco sempre di utilizzare queste parti, meno pregiate ma non per questo meno buone, per creare un piatto diverso. Ecco qualche idea per non sprecare:

Scarti di verdure, bucce e foglie:

  • Il modo migliore per usare le parti meno pregiate degli ortaggi è quello di farne delle zuppe:
La regola di base è di cuocerli con una patata, per ottenere una maggiore cremosità, insaporire con erbe aromatiche o spezie e frullare tutto.
  • Bucce di carote:
Tritate le bucce e saltatele in padella con un po' di burro, zucchero, frutta secca tritata e uvetta. aggiungete la cannella, fate raffreddare ed unitele all'impasto della torta margherita.
  • Frittata di foglie di ravanelli:
Tritate le foglie di ravanelli e sbollentatele per un paio di minuti. Scolatele ed aggiungetele alle uova per una frittata saporita.
  • Polpette di verdure con scarti vari:
Tagliate a cubetti gli scarti delle varie verdure (bucce di patate, carote oppure la parte centrale che avanza quando si usa il temperaverdure). Insaperiteli con sale, pepe, aglio ed aggiungete un uovo. Unite del pane grattugiato, formate le polpette e cuocetele al forno o in padella con un filo d'olio.
  • Chips di bucce di patate:
Quando vi servono le patate per una preparazione pulitele bene dalla terra e sbucciatele. Cucinate le patate come preferite e mettete da parte le bucce, se non vi servono subito potete anche congelarle. Tagliate le bucce a stiscioline, fatele friggere in olio bollente, aggiungete sale, pepe, paprika e servite subito.
  • Salsa di gambi di carciofi:
Cuocete in poca acqua i gambi e le foglie esterne dei carciofi. Scolateli e frullateli con qualche noce, uno spicchio d'aglio e un filo di olio. Servite con dei crostini di pane.
  • Pesto di bucce di carote:
Frullate le bucce delle carote con qualche mandorla, uno spicchio di aglio, un filo di olio e un pizzico di sale. Aggiungete del curry o della senape e servite il pesto con dei crostini di pane.

  • Risotto con foglie di carote o ravanelli:
Lavate e tagliate a listarelle le foglie di carote o ravanelli ed aggiungetele al risotto a metà cottura.

Baccelli di fave o piselli:

  • Crema di baccelli di fave o piselli:
Sbollentate i baccelli per 15 minuti, scolateli e frullateli con uno spicchio d'aglio, un filo d'olio, sale e pepe. Aggiungete della paprika affumicata o del peperoncino e servite la crema con dei crostini.

Insalata vecchia:

  • Bruschette di verdure:
Saltate in padella con un filo d'olio mezza cipolla affettata per due minuti. Spegnete il fuoco e aggiungete l'insalata vecchia, qualche oliva e un'acciuga a pezzi. Servitele con del pane vecchio tostato.

Pane raffermo:


  • Pizza di pane:

Tagliate a fette il pane raffermo e bagnatelo nel latte. Disponetelo in una teglia senza lasciare spazi e conditelo con passata di pomodoro, origano e mozzarella. Cuocete in forno per 20 minuti.

Scarti di pesci e crostacei:

  • Brodo di crostacei:
Mettete in una pentola i gusci e le teste dei gamberoni, aggiungete un filo d'olio, uno scalogno e un pezzo di carota. cuocete un paio di minuti ed aggiungete acqua e un pizzico di sale. Cuocete per 30 minuti, filtrate ed usate il brodo per un risotto.

  • Brodo di pesce con scarti:
Mettete la pelle, la lisca e la testa dei pesci in acqua fredda e fateli bollire con un pizzico di sale, una carota e un gambo di sedano per 30 minuti. Filtrate il brodo e usatelo in un risotto.

Scarti e bucce di frutta:

  • Biscotti con bucce di mela:
    Quando preparate i biscotti aggiungete le bucce di mela tagliate a striscioline all'impasto dei biscotti.
  • Confettura di bianco di anguria:
Tagliate la parte bianca dell'anguria e fatela macerare per una notte con succo di limone, zucchero e zenzero. Cuocete per 50 minuti e invasate.

_________________________________________

Ecco nel dettaglio alcune mie ricette:


Cercate un modo per utilizzare gli scarti dell'anguria? Eccolo qui: la confettura di bianco di anguria.
Confettura di buccia d'Anguria


_________________________________________


In questa crema, oltre al gambo del cavolfiore, ho usato lo scarto centrale delle carote che ho "temperato" per un'insalata.

_________________________________________


Le foglie più esterne del cavolfiore sono ottime in questa crema.



_________________________________________


Le foglie della cicoria, che si trovano su un cespo di puntarelle, sono poche per essere consumate come contorno ma bastano ad insaporire questa crema di cannellini.


_________________________________________


Le foglie del cavolfiore (anche quelle delle carote) si possono fare in insalata accompagnate de altre verdure, e sono molto buone!


_________________________________________


Un risotto cremoso dal gusto intenso può nascere anche dallo scarto del cipollotto.

Risotto con gambi di Cipollotto e formaggio di Capra


_________________________________________


Con i gambi delle biete potete fare questo ottimo pesto, buono sui crostini e ottimo per condire la pasta.


_________________________________________


Gli scarti di carote, le foglie di sedano e le bucce di cipolla possono essere aggiunte ad altre verdure per ottenere un ottimo dado vegetale, utilissimo per insaporire i vostri piatti.


_________________________________________

La cucina del riciclo:



Una crostata per smaltire il cioccolato delle uova di Pasqua.


_________________________________________



Dei tartufi veloci per consumare il panettone o la colomba avanzati.



_________________________________________

Con la pasta avanzata è d'obbligo fare la frittata di pasta.

Frittata di Pasta



Un'altra buona idea è quella di utilizzare gli scarti di un prodotto alimentare in maniera alternativa, per utilizzi non alimentari:

Fondi di caffè:

- Possono essere utilizzati come deodorante per il frigorifero. Lasciati asciugare e messi in un piccolo contenitore, come un bicchierino di plastica, riposti in frigo per un paio di giorni assorbono gli odori sgradevoli.

- Dopo aver tagliato cipolla e aglio per togliere dalle mani l'odore sgradevole potete strofinarle con i fondi di caffè e sciacquarle sotto l'acqua.

- Per rimuovere lo sporco ostinato dal lavello e dalle pentole si possono mischiare i fondi di caffè con un po' di detersivo per piatti per ottenere una crema abrasiva.





Per queste ricette ho preso spunto dalla mia fantasia, dai consigli delle amiche, dalla rete e da una raccolta di ricette per salvare il pianeta.

Nessun commento:

Posta un commento