martedì 28 ottobre 2014

Donburi: il Tekkadon

Ecco un altro classico della cucina giapponese a cui non posso dire di no, il donburi: una ciotola di riso che si può condire in svariati modi: carne o pesce cotti o crudi, uova, verdure... Io ho deciso di fare il TEKKADON, con il tonno crudo. L'ho assaggiato al ristorante Sumire di Milano, uno dei pochi ristoranti giapponesi che lo sono veramente. Era divino! Ho provato a farlo ed è venuto veramente bene, fatemi sapere se vi piace!
Mi rivolgo a chi sta pensando: aiuto! Il pesce crudo! Come ho già detto nei miei post precedenti il pesce crudo va abbattuto prima di essere consumato, dove sta la difficoltà? Non c'è! Io lo compro fresco al supermercato, metto la vaschetta in freezer e la dimentico li per almeno 3 giorni. La sera prima di prepararlo lo metto in frigo, così si scongela lentamente.
Le dosi sono indicative, potete mettere meno tonno o riso, l'importante è che per la marinata la quantità di salsa di soia e mirin sia la stessa. Se vi piace più condita fate 3 cucchiai al posto di due.


INGREDIENTI per 1 persona:

Riso per sushi non condito, la ricetta è qui
150 di tonno crudo
2 cucchiai di salsa di soia
2 cucchiai di mirin
1 tuorlo crudo
Sesamo nero



PREPARAZIONE:

Per prima cosa preparare il riso per sushi senza condirlo. La ricetta è qui. Se proprio non avete voglia potete usare del riso bollito ma il risultato non sarà lo stesso... Mentre il riso si raffredda tagliare abbastanza finemente il filetto di tonno col coltello e metteterlo in una ciotola. Per preparare la marinata mischiare la salsa di soia e il mirin, aggiungerli al tonno e mischiare bene. Lasciare riposare per circa 10 minuti. Mettere in una ciotola il riso ormai freddo, il tonno marinato e creare un foro al centro dove andrà messo il tuorlo. Decorare con del sesamo nero e servire.
Questo piatto si mangia rompendo il tuorlo e mischiandolo col tonno, si formerà una cremina che condirà leggermente il riso. 

1 commento:

  1. Io non amo il pesce crudo ma mio marito lo adora.
    Devo provare questa ricetta.
    Grazie e un abbraccio Maria

    RispondiElimina