giovedì 18 agosto 2016

La pasta frolla del maestro Iginio Massari

Che dire se non... Wow...Il maestro è sempre il maestro! Tra i mille tipi di pasta frolla esistenti ho deciso oggi di provare quella del maestro Iginio Massari. È ideale per crostate di frutta e dolci "innovativi", come crostate con ganache o tartellette con confetture o gelatine.

INGREDIENTI:

333 gr di farina 0
200 gr di burro morbido
120 gr di zucchero a velo
30 gr di miele di acacia
60 gr di tuorlo d’uovo
2 gr di sale
1 baccello di vaniglia
1/2 limone grattugiato

PROCEDIMENTO:

Montate sulla planetaria la foglia (o kappa). Nella ciotola lavorate il burro morbido con lo zucchero a velo e il miele fino ad ottenere una crema. Aggiungete il sale ai tuorli e mescolate leggermente, uniteli alla crema di burro ed aggiungete anche la buccia grattugiata del limone (solo la parte gialla). Tagliate per il lungo la bacca di vaniglia, raschiate la polpa coi semi ed unitela al resto. Questo composto si chiama massa grassa. Ora togliete la kappa e montate il gancio sulla planetaria. Setacciate due volte la farina per togliere eventuali grumi, aggiungetela alla massa grassa e lavoratela il meno possibile, per non più due minuti. Avvolgete la pasta frolla nella pellicola o nella carta forno e mettetela in frigo a stabilizzarsi per due ore. Toglietela dal frigo e stendetela, tra due fogli di carta forno leggermente infarinata, dello spessore desiderato. Per facilitare l'operazione potete mettere due righelli al lati e passarci sopra il matterello. In questo modo avrete una frolla uniforme, tutta dello stesso spessore. Pareggiate i bordi, togliete l'eccesso di pasta e rimettetela in frigo per 10 minuti. Mettete ora la frolla nello stampo schiacciandola bene contro i bordi e bucate il fondo per evitare che in cottura si formino bolle d'aria. Cuocete la frolla a 190 gradi per circa 18 minuti.

Il maestro dice che una buona frolla, una volta impastata, non si attacca alle mani!

Nessun commento:

Posta un commento