domenica 22 ottobre 2017

Pasta sfoglia


Pasta sfoglia, questa sconosciuta... Si perchè in realtà tutti la usano ma pochi, molto pochi, osano farla in casa perché pensano che sia una preparazione lunga e complicata. In realtà non è cosi ed anche io l'ho scoperto solo oggi... In 2 ore e mezza è pronta, durante i riposi in frigo possiamo dedicarci ad altro e si può tranquillamente congelare, motivo per cui è meglio farne una dose doppia.
E' una base neutra, che si può usare sia per i dolci che per il salato. Io l'ho usata per fare degli ottimi cannoncini alla crema che sono andati a ruba. Ho usato la farina tipo 1 perchè non amo le farine troppe raffinate.

INGREDIENTI:

per il panetto:

350 gr burro freddo
150 gr di farina tipo 1

per il pastello:

350 gr farina tipo 1
150 gr burro freddo
20 gr sale
Acqua fredda gr 110

PROCEDIMENTO:

Iniziate a preparare il panetto mettendo la farina e il burro a pezzetti nella planetaria.

Impastate non troppo a lungo usando la foglia, fino ad ottenere un impasto omogeneo ma ancora plastico. Date al panetto una forma rettangolare, avvolgetelo nella pellicola e riponetelo in frigo per un'ora e mezza.

Nel frattempo preparate il pastello. Mettete nella planetaria il burro a pezzetti, la farina e l'acqua, nella quale avrete disciolto il sale.


Lavorate con il gancio per breve tempo, fino ad ottenere un impasto omogeneo, dategli una forma rettangolare, avvolgetelo nella pellicola e mettetelo in frigo per almeno 30 minuti.




Trascorso questo tempo stendete il panetto con il mattarello cercando di darli una forma rettangolare.


Durante tutta la lavorazione mantenete la forma il più regolare possibile e spolverate di farina il matterello e il piano per evitare che la pasta si attacchi.
Stendete il pastello freddo, disponendolo tra due fogli di carta forno, e dandogli inizialmente dei colpi con il mattarello fino ad abbassarlo e poi con il mattarello in maniera classica, fino a che non è della solita altezza del pastello ma di metà lunghezza, in modo tale che una volta poggiato nella parte centrale della pasta sia possibile ricoprirlo con i due lembi di pasta, tirandoli verso il centro ma senza sovrapporli.




Ruotate la pasta di 90 gradi, in modo da avere i lati aperti in alto e in basso e stendetela nuovamente.


Praticate la prima PIEGA A TRE con due gesti. Immaginate che la pasta sia divisa in 3 parti uguali, ripiegate la parte superiore verso il centro e ricopritela con quella in basso, in modo tale da ottenere tre strati di pasta sovrapposti


Ruotate la pasta di 90 gradi, in modo da avere i lati aperti in alto e in basso e stendetela nuovamente.


Praticate ora la prima PIEGA A QUATTRO, con tre gesti. Immaginate che la pasta sia divisa in 4 parti uguali, Ripiegate la parte superiore e la parte inferiore verso il centro. 


Ripiegate i lembi uno sull'altro, come quando chiudete un libro, in modo tale da ottenere quattro strati.


Mettete in frigorifero a riposare per 30 minuti. Una volta ripreso l'impasto stendetelo, sempre in forma di rettangolo. La pasta sfoglia si stende sempre nel solito verso, mantenendo il lati aperti sempre in alto e in basso e lavorando il più possibile in verticale, aggiustando via via in orizzontale.


A questo punto eseguite un altro giro di pieghe a 3 e subito dopo uno di pieghe a 4.



Fate riposare in frigo per 20-30 minuti, riprendete la sfoglia ed eseguite per l'ultima volta un giro di pieghe a 3 e subito dopo uno di pieghe a 4.
La pasta sfoglia è finita, dovete solo farla riposare in frigo per almeno un'ora prima di utilizzarla.

Nessun commento:

Posta un commento