31 dicembre 2016

Carciofi alle Olive

E' iniziata ormai da un bel po' a stagione dei carciofi e fino ad oggi non li avevo ancora preparati. Strano, perché a me i carciofi piacciono molto e li acquisto spesso, il problema però è che finisco sempre per cucinarli allo stesso modo... Saltati in padella. Semplici, buoni ma stavolta volevo qualcosa di diverso. Ho provato a farli così e sono veramente ottimi, abbinati alle olive che gli danno un gusto particolare e ne esaltano il sapore. Vi lascio la ricetta, spero che vi piaccia.


16 dicembre 2016

Dado Vegetale fatto in casa, ideale per Brodo

I dadi industriali saranno anche molto comodi da usare ma non fanno per niente bene. Mio figlio mangerebbe sempre la pastina e non posso di certo mettermi a fare il brodo tutti i giorni, per questo motivo, molto tempo fa, ho iniziato a preparare il dado vegetale. La classica versione del mio dado (che trovate QUI) va benissimo da usare direttamente in padella per insaporire le verdure, la carne o il pesce. Se invece quello che vi serve è un ottimo brodo vegetale, ad esempio per preparare risotti o pastine, vi consiglio di provare questa versione del dado con meno sale. Io mi trovo benissimo perché lo metto in barattoli di vetro e lo congelo. Non ghiaccia del tutto ma rimane cremoso grazie al contenuto di sale, quando mi serve lo prendo con un cucchiaino e rimetto il barattolo in freezer. Se invece volete un dado con ancora meno sale provate la mia ricetta del Dado vegetale con poco sale in crema.
Potete mettere le verdure e gli aromi che preferite, io stavolta l'ho preparato cosi, spero che la mia ricetta vi piaccia!

INGREDIENTI:

1 kg di verdure già pulite tra cui:
Carote
Sedano
Cipolla rossa
Zucchine
Zucca
1 spicchio d'aglio
Prezzemolo

250 gr di sale grosso

PREPARAZIONE:

Lavate e pulite tutte le verdure, tagliatele a pezzi e pesatele. Mettetele in una pentola ed aggiungete il sale e gli aromi. Cuocete, mescolando ogni tanto, per circa 1 ora, tritate tutto con un frullatore a immersione e fate raffreddare. Versate il dado vegetale in vasetti, chiudeteli e metteteli in freezer.


Il dado, grazie al contenuto di sale, non ghiaccerà del tutto ma rimarrà cremoso, quindi potrete prendere la dose che vi serve con un cucchiaino e rimettere il resto in freezer.


Con questa ricetta partecipo (fuori concorso) al contest: MEAT FREE CONTEST ideato da Una mamma che cucina ed ospitato dal blog Una mamma che cucina.



12 dicembre 2016

Pizza tonda con forno Ferrari. La ricetta perfetta!

Da quando abbiamo il fornetto Ferrari e ho trovato la ricetta perfetta della pizza non chiamiamo più neanche la pizzeria. Una volta arrivano in ritardo, la volta dopo la pasta é gommosa... ora le facciamo in casa e sono sempre eccezionali!





INGREDIENTI Per 4 pizze tonde:

540 gr di farina tipo 1
350 gr di acqua
18 gr di sale
1,5 gr di lievito secco o 5 gr di lievito fresco
1 cucchiaino di zucchero

PREPARAZIONE:

Mettete l'acqua nella planetaria, aggiungete la farina, il lievito, lo zucchero ed infine il sale. Impastare per 10 minuti e mettete la pasta a riposare a temperatura ambiente, coperta bene con la pellicola. Dopo mezz'ora mettete la pasta su un tagliere infarinato, date un giro di pieghe a tre e fate riposare ancora mezz'ora. Ripetete l'operazione per altre 2 volte e fate riposare, sempre coperta, per 7/8 ore a temperatura ambiente. Deve triplicare di volume. Dividete in 4 pezzature da circa 230 grammi, pirlate bene con le mani e lasciate ogni pallina in una ciotolina oliata.
Fate lievitare altre 3 ore. Preparate i vari ingredienti e farciture ed accendete il forno sul 2 e mezzo. Capovolgete una ciotolina e fate cadere la pasta sul tagliere infarinato. Allargate la pizza con la punta delle dita e finite di stenderla facendola passare da una mano all'altra. Appoggiatela sulla paletta e farcitela con passata di pomodoro, sale e mozzarella (io in questo caso ho aggiunto anche delle acciughe).
Quando il forno è alla giusta temperatura infornate la pizza e mettete il timer a 2 minuti. Ruotate la pizza di 180 gradi e cuocete altri 2 minuti. Sfornate e servite.


10 dicembre 2016

Idee per il Menù di Natale

Decidere il menù del pranzo di Natale non è per niente facile... Tovare delle ricette che soddisfino tutti gli invitati e mettere d'accordo i gusti di tante persone può essere complicato.
Come ogni anno il pranzo si farà a casa nostra ma ci divideremo i compiti. Saremo in 10 più 2 bambini ed io dovrò preparare gli antipasti, che saranno anche la portata principale perché ci piacciono molto.
Ho scelto di farne 10 e considerando che lavorerò anche la vigilia di Natale ed avrò tra i piedi un nanetto di 3 anni non sarà semplice ma sono già organizzatissima come sempre. Ho già deciso il menù, stilato una lista delle cose da comprare, pensato a quando fare le varie preparazioni ed ho pianificato tutto. E voi invece come vi organizzate?


Menù di Pesce


Antipasti:

Primo:

Secondi:

Menù Vegetariano

Primi:

Secondi:


Contorni:

Per accompagnare:

Menù di Carne

Primi:

Secondi:

Contorni:

Per accompagnare:

07 dicembre 2016

100 salatini in 30 minuti

Avete ospiti improvvisi e cercate una ricetta veloce? Vi propongo questi salatini dal successo assicurato. Li ho preparati in 5 minuti e una volta messi in forno mi sono dedicata ad altro. Ho trovato questa ricetta curiosando sul web e ho voluto provarla. È veramente veloce e saporita, spero che vi piaccia.



INGREDIENTI:

2 rotoli di pasta sfoglia rettangolare
Passata di pomodoro
Grana grattugiato
Semi di sesamo neri
Sale

PREPARAZIONE:

Srotolate un rotolo di pasta sfoglia e mettetelo nella teglia con la sua carta forno. Coprite con la passata di pomodoro, salate, cospargete di Grana grattugiato e coprire con l'altro rotolo di sfoglia. Bagnate la superficie con un po' d'acqua e aggiungete i semi di sesamo. Con una rotella tagliate tutto strisce e poi a quadretti. 
Infornate a 180 gradi per circa 20 minuti. Sfornate i salatini, disponeteli su un piatto e serviteli tiepidi o freddi.

04 dicembre 2016

Il mio ometto coraggioso!

Ciao a tutti, non sono sparita nel nulla, semplicemente in questo periodo ho altre priorità...
Dopo due anni il mio ometto coraggioso ha dovuto subire un altro intervento che ha momentaneamente cambiato i nostri ritmi quotidiani.
Nulla di grave ma tra medicazioni, pianti, urla di terrore e corse al pronto soccorso, finalmente la situazione sta migliorando ed io, con mille ansie e paure, ho avuto il tempo di riflettere su quanto siamo fortunati... in un ospedale pediatrico come il Buzzi si vede di tutto, anche quello che vorresti non esistesse..
Eccolo tutto contento, sotto l'effetto della pre anestesia, che sfoggia il suo biglietto per un viaggio nello spazio che al suo risveglio non lo entusiasmerà più così tanto...

17 novembre 2016

Meat Free Contest

 

                                                                                                  
Succeda quel che succeda io sono ancora qui, con un altro contest, cambiato per quieto vivere, nella sostanza ma non nella forma. Si chiama

MEAT FREE CONTEST

Il contest è itinirante, vuol dire che chi lo vincerà, avrà la possibilità di ospitare il contest sul proprio blog, facendolo suo, nei 2 mesi successivi, decidere le tre ricette finaliste, aumentare le visite al proprio blog e conoscere nuove persone!

Il vincitore potrà inoltre decidere se dare un "tema" al contest, mettere delle limitazioni o inserire degli ingredienti obbligatori. Ad esempio potrete decidere di accettare solo ricette di finger food, piuttosto che dover usare obbligatoriamente i legumi o ancora restringere il campo a ricette che non contengano latticini. Avrete carta bianca, giocate con la fantasia! Ma ora veniamo al dunque:

Questo contest si sviluppa su un argomento tanto criticato ultimamente, quello del consumo di carne. Ebbene, io sto cercando di limitarne l'uso il più possibile e quindi ho pensato di fare un contest proprio su questo: E' ammesso tutto, tranne la carne. Vorrei scoprire qualche ricetta nuova e magari provare ingredienti che non conosco ma ora veniamo al contest, vi spiego come funziona:

Il contest ha durata bimestrale e comincerà il 3 del mese. Ci sarà tempo fino alla mezzanotte del 27 del mese successivo per pubblicare una o più ricette preparate utilizzando gli ingredienti che volete,
ad esclusione della carne. Sono ammessi sia i derivati della carne e della sua lavorazione che il pesce.
Potete andare sul sicuro con abbinamenti classici oppure osare abbinamenti azzardati.
Potete partecipare con un massimo di 3 ricette. Entrambe dolci o entrambe salate oppure mischiare le categorie, sta a voi deciderlo.
Entro il giorno 29 la food blogger che ospita il contest dovrà comunicarmi le 3 ricette finaliste (che potranno essere entrambe dolci, entrambe salate o miste) dandone la motivazione, toccherà poi a me decretare il vincitore e passare il testimone.

Ecco come partecipare:

Il contest inizia oggi, giovedì 17 novembre e terminerà martedì 27 dicembre 2016.
Preleva il BANNER e pubblicalo sulla home del tuo blog con il link di rimando a questa pagina.
  • Pubblica la tua ricetta, corredata di almeno una foto del piatto finito, con il BANNER e il link a questa pagina con scritto:
Con questa ricetta partecipo al contest: MEAT FREE CONTEST ideato da Una mamma che cucina ed ospitato dal blog Una mamma che cucina.
  • Le ricette partecipanti non dovranno contenere carne.
  • Le ricette dovranno essere pubblicate nel periodo di validità del contest e potranno partecipare anche ad altri concorsi.
  • Commenta questo post mettendo il link alla tua ricetta ed io lo inserirò nella lista.

Se volete diventare followers del blog mi fa piacere!
Per qualsiasi domanda non esitate a contattarmi.


Ricordo che la carne è l'unico ingrediente vietato, sono invece ammessi pesce, uova, vegetali, frutta, salumi, spezie, semi, formaggi, yogurt, burro ed ogni altro derivato della carne.



Dov è il contest?







Ricette partecipanti alla prima edizione, Novembre-Dicembre 2016:

La mia ricetta fuori concorso è:


Per ragioni logistiche possono partecipare solo i possessori di blog. Non è un concorso a premi.

14 novembre 2016

Krumiri allo Zenzero e Cioccolato fondente

Era da un po' che non facevo i biscotti ed ho ripreso alla grande perchè lo zenzero e il cioccolato stanno molto bene insieme, li ho provati in questa semplice preparazione che ha riscosso molto successo. Vi lascio la mia ricetta e spero che vi piaccia.

INGREDIENTI:

300 gr di farina tipo1
80 gr di fecola di patate

200 gr di burro a temperatura ambiente
150 gr di zucchero
2 uova
1/2 cucchiaino di zenzero in polvere
1 pizzico di sale
Per la decorazione:150 gr di cioccolato fondente

PREPARAZIONE:

In una terrina lavorate il burro con lo zucchero, aggiungete le uova, lo zenzero, un pizzico di sale e continuate a mescolare. Unite la farina e la fecola e impastate con le mani. Ottenuto un impasto omogeneo mettetelo nella spara biscotti con montata la bocchetta a stella. (Potete fare anche a mano una striscia sottile e poi tagliarla.) Formate i biscotti e infornateli a 180 gradi per circa 10 minuti. Lasciateli raffreddare e metteteli uno accanto all'altro su un foglio di carta forno. Sciogliete il cioccolato a bagnomaria o nel microonde prendetene un po' con un cucchiaio. Muovete il cucchiaio velocemente avanti e indietro fino a ricoprire i biscotti. Fate solidificare il cioccolato per un paio d'ore e servite.


10 novembre 2016

Merluzzo gratinato ai Taralli

Il merluzzo gratinato è una ricetta semplice, con pochissimi ingredienti che chiunque ha in casa. Chiunque, tranne me! All'ultimo momento mi sono accorta di non avere più pane grattugiato e nemmeno il pane fresco da tostare... e quindi? Taralli! E' stata un'ottima idea, vi lascio la mia ricetta, spero che vi piaccia.

INGREDIENTI per 4 persone:

4 filetti di merluzzo
20 taralli circa
50 gr di Grana grattugiato
1/2 spicchio d'aglio
Semi di sesamo neri
Olio evo
Sale
Pepe

PREPARAZIONE:

Schiacciate i taralli sbriciolandoli e metteteli un una ciotola con il formaggio grattugiato, l'aglio tritato, i semi di sesamo e un filo d'olio. Tagliate a metà i filetti di merluzzo e disponeteli in una teglia sulla carta forno. Salate, pepate e copriteli con le briciole ai taralli. Infornate a 190 gradi in forno ventilato per 10-12 minuti. Servite caldo.


09 novembre 2016

Risotto ai Carciofi e Barbabietola

La mia passione per i risotti cresce sempre più e non mi fermo ai soliti abbinamenti. Certo, sono buonissimi i risotti classici ma io voglio sperimentare! Un ottimo abbinamento, sia per la vista che per il palato, è questo, risotto ai carciofi e barbabietola. 

08 novembre 2016

Liebster Award

Sono lieta di aver vinto questo graditissimo premio. Mi è stato assegnato da Rita del blog Cotto e Sfornato. Il suo blog è molto carino, andate a visitarlo e troverete ricette interessanti. Il premio liebster award è rivolto ai miglior blog con meno di 200 sostenitori. Lo scopo di questo premio è appunto quello di far conoscere questi blog ad altre persone con cui condividere le ricette e la passione per il cibo.

Le regole dei nominati sono:
1 Nominare il blogger che vi ha nominato
2 Seguirlo
3 Rispondere alle 11 domande che vi pone
4 Nominare altri 10 blogger che hanno meno di 200 lettori
5 Pubblicare il logo sul vostro blog
6 Elaborare altre 11 domande per i blogger

I blog che nomino e a cui assegno il premio sono i seguenti:

Mamma veg
Mia sorella è VEG...(ma io no...)
Gabry's sweetness
Lo zuccherino magico
Le torte di Sara cake designer
Il laboratorio culinario di Jeggy
Organizzo e cucino
Un condominio in cucina
Le mani in pasta
Dalla cucina di Jo

Ecco le domande che Rita mi ha posto:
  1. Da dove è partita l’idea di creare un blog ?
  2. Quale piatto ti riesce meglio preparare
  3. Il tuo più grosso fallimento in cucina, racconta.
  4. Quale fatto legato al cibo ricordi in particolar modo
  5. Quando cucini ami inventare o resti sul tradizionale
  6. Qual’è il tuo piatto o dolce preferito?
  7. Cosa ti aspetti dal blog?
  8. Da chi hai ereditato la passione per la cucina?
  9. Croissant o biscotti?
  10. Descrivi brevemente te stessa/o 
  11. Quando cucini ti piace farlo in compagnia o preferisci preparare i tuoi piatti da sola?
Ed ecco le mie risposte:
  1. L'idea è nata un po' per gioco. Ero stanca di scrivere le mie ricette su dei fogli volanti che immancabilmente sparivano nel nulla, con il blog le mie ricette sono sempre a portata di mano, sia per me che per chi le vuole consultare.
  2. I dolci
  3. L'altro ieri ho provato a fare l'arrosto di sedano rapa, una ricetta vista in TV. Immangiabile!!!
  4. Un'esperienza fatta con mio marito. Siamo andati a cena per il nostro primo anniversario in uno dei pochi "veri" ristoranti giapponesi di Milano e siamo rimasti estasiati dai loro piatti.
  5. Amo inventare e metterci del mio.
  6. Non posso sceglierne solo uno!
  7. Mi piacerebbe vederlo crescere.
  8. Proprio non lo so :-)
  9. Biscotti.
  10. Sono una persona semplice, moglie e mamma, con un lavoro part time e la passione per la cucina.
  11. Sono quasi sempre in compagnia del mio bimbo di 3 anni che vuole aiutarmi. Fa la pasta con me, aggiunge gli ingredienti nella planetaria e dà la forma alle polpette. E' il mio piccolo aiutante pasticcione.
Le mie domande rivolte ai blog da me nominati sono:
  1. Perche hai deciso di aprire un blog?
  2. Descriviti brevemente.
  3. Che genere di cucina fai?
  4. Dolce o salato?
  5. Qual è il cibo che ti riporta a quando eri bambina?
  6. Come vedi il tuo blog tra 5 anni?
  7. Hai un sogno nel cassetto?
  8. Il tuo flop in cucina?
  9. e il piatto che ti riesce meglio?
  10. Che piatto ti evoca un ricordo particolare?
  11. Hai stretto amicizia con altre blogger?
Spero che il premio vi faccia piacere, aspetto e vostre risposte.

05 novembre 2016

Scialatielli fatti in casa

Quando ho un po' di tempo mi piace fare la pasta in casa, non c'e confronto con quella confezionata. Preferisco formati veloci da preparare, come questi scialatielli che in poco tempoi sono pronti, senza dover tirare fuori la macchina per tirare la sfoglia. Vi lascio la mia ricetta, spero che vi piaccia.

INGREDIENTI:

200 gr di farina di semola
200 gr di farina tipo 1
40 gr di pecorino romano grattugiato
1 uovo
Acqua tiepida q.b.
1 pizzico di sale

PREPARAZIONE:

Mescolate le farine e create la classica fontana al centro. Metteteci l'uovo e incorporatelo pian piano alla farina, aggiungete sale, pecorino e l'acqua fino ad ottenere un impasto sodo ma non troppo duro. Lavoratelo per 5 minuti, copritelo con la pellicola e mettetelo a riposare. Dopo 20 minuti tiratelo col matterello, aiutandovi con della semola, ad un spessore di 3 millimetri, tagliatelo a strisce larghe 12 centimetri e ricavatene gli scialatielli. Disponeteli su un canovaccio infarinato e procedete alla cottura.

Se non li consumate subito li potete dividere in porzioni facendo dei nidi (come le tagliatelle) e disporli su un vassoio. Mettetelo in congelatore e dopo un paio d'ore mettete i nidi in un sacchetto di plastica. All'occorrenza toglieteli dal freezer e tuffateli nell'acqua bollente senza farli scongelare.

04 novembre 2016

Polpette di Cavolfiore alla Curcuma

Era da un po' di tempo che guardavo quel cavolfiore chiedendomi come avrei potuto cucinarlo in maniera diversa, ecco la risposta. Polpette! Facili e leggere, io le ho cotte in forno perché siamo a dieta ma si possono fare anche in padella con dell'olio. Mentre le preparavo è arrivato mio figlio di 3 anni ad aiutarmi e si è mangiato l'impasto crudo... e per fortuna che il cavolfiore non gli piace! Le ha mangiate anche da cotte, il potere delle polpette... Se non dovete darle ai bambini vi consiglio un po' di aglio e di pepe nell'impasto, saranno ancora più gustose. Vi lascio la ricetta e spero che vi piaccia.


INGREDIENTI:

400gr di cavolfiore
400 gr di patate
1 uovo
1 cucchiaino di curcuma
Pangrattato
Sale

PREPARAZIONE:

Lessate (se preferite cuocete al vapore) le patate e il cavolfiore senza farli stracuocere e lasciateli intiepidire. Schiacciateli con una forchetta e metteteli in una ciotola con l'uovo, aggiungete la curcuma, il sale e il pangrattato per ottenere la giusta consistenza. Formate le polpette con le mani e rotolatele nel pangrattato. disponetele su una teglia con della carta forno e cuocete le polpette a 190 gradi per 20 minuti. Servite calde.

26 ottobre 2016

Pesto di gambi di Biete Erbette e Nocciole

Di solito quando si puliscono le erbette i gambi vengono gettati via, io lo trovo uno spreco enorme e per utilizzarli ho fatto questo pesto. Una ricetta di recupero che permette anche di usare l'ultimo basilico della stagione. Ho usato questo pesto per condire la pasta ma è buonissimo anche su dei crostini di pane.

INGREDIENTI:

100 gr circa di gambi di biete erbette
8 nocciole
10 foglie di basilico
1 manciata di pecorino romano grattugiato
1 pizzico di sale grosso
Olio evo
1/2 spicchio d'aglio
2 cucchiai d'acqua

PREPARAZIONE:

Tagliate i gambi delle erbette in pezzi molto piccoli e fateli saltare in padella con un filo d'olio per 3-4 minuti. Una volta raffreddati metteteli nel bicchiere del frullatore a immersione con le nocciole, l'aglio, il sale e frullate bene. Aggiungete l'olio, l'acqua, il basilico e il pecorino e frullate ancora, regolando la consistenza. Conservate il pesto di gambi di biete erbette e nocciole in frigo.

24 ottobre 2016

Risotto Cacio e Pepe

Quando penso al cacio e pepe mi vengono subito in mente gli spaghetti, non avevo mai pensato ad un risotto... mi son detta: se è buono con la pasta perché non dovrebbe esserlo col riso? Mio marito come gusti è molto classico e tanto per cambiare era scettico, invece una volta assaggiato il piatto mi ha detto che era davvero buono. Detto da lui che non elargisce quasi mai un complimento è una soddisfazione!


23 ottobre 2016

Pasta per pizza con 24 ore di lievitazione

Quando faccio la pizza mi piace farla lievitare lentamente, anche 24 ore, per ottenere un prodotto soffice, digeribile e che non sappia di lievito. Basta organizzarsi prima per non avere problemi. Di solito mangiamo la pizza la sera, quindi preparo l'impasto la sera prima, la faccio lievitare tutta la notte e il giorno dopo, nel pomeriggio, la stendo. Il mio problema però è sempre il solito: non so regolarmi con le quantità, se siamo in 2, in 4 o in 6 non scrivo mai quanta farina uso e cosi, la volta successiva non mi ricordo quanto impasto ho fatto. Ho pensato di chiedere consiglio a una mia cara amica che è esperta di pizza e ho scritto subito le dosi, cosi la prossima volta non vado in panico! Queste dosi sono indicativamente per 5 persone, io ho fatto una teglia grossa rettangolare e 2 rotonde più piccole. Vi lascio la ricetta e... grazie Dany!!!








INGREDIENTI Per 2 teglie rettangolari:

750 gr di farina per pizza
500 gr di acqua
18 gr di sale
5 gr di zucchero
2 gr di lievito secco o 7 gr di lievito di birra fresco

Per la lavorazione:

Semola rimacinata di grano duro q.b.
Olio evo per ungere la teglia

PREPARAZIONE:

Mettete nella ciotola della planetaria la farina, lo zucchero, il lievito, l'acqua ed azionate la macchina al minimo. Aggiungete il sale e lasciate impastare per 10 minuti, fino ad ottenere un impasto liscio. Trasferite la pasta per pizza sul tavolo cosparso di semola e dividetela in due pezzi, appallottolateli e metteteli ben distanziati in una grossa scatola per alimenti o, se preferite, in due grosse ciotole, unte di olio. Chiudete molto bene con la pellicola e lasciate lievitare per 15 ore in frigo, poi continuate la lievitazione a temperatura ambiente per 5-6 ore, o comunque fino alla maturazione dell'impasto, deve triplicare di volume. Procedete con la stesura della pasta per pizza: spolverate il tavolo con abbondante semola metteteci sopra un panetto e altra semola. Con la punta delle dita schiacciate delicatamente l'impasto partendo dal centro e passando poi ai lati. Appoggiarlo in una teglia unta d'olio e  preparare allo stesso modo l'altro panetto. Mettete le teglie in forno e fatele lievitare per altre 3 ore con la sola luce accesa (a forno spento mi raccomando). Estraete le teglie dal forno ed impostate la temperatura al massimo con forno statico. Condite le pizze con la passata di pomodoro precedentemente salata e un filo d'olio. Infornatele una alla volta per una decina di minuti. Toglietela dal forno, farcitela con la mozzarella o ciò che preferite e fate cuocere per altri 7 minuti. Controllate sempre la cottura e servite calda.

La durata di lievitazione a temperatura ambiente può differire in base alla stagione. Controllare sempre l'impasto.

22 ottobre 2016

Torta di Mele e Nocciole senza Burro

Lo scorso weekend siamo andati con degli amici a Livigno, in questo periodo la Valtellina è piena di meli colmi di frutti. Passare da lì senza comprare le mele è un vero peccato, così ne abbiamo prese una cassetta e mio marito ha subito fatto la sua richiesta... torta di mele. Eccolo accontentato: una torta di mele e nocciole, soffice grazie allo yogurt e senza burro. Volete sapere se era buona? E' durata un giorno, fate voi...

INGREDIENTI:

200 gr di farina tipo 1
150 gr di zucchero semolato
2 grosse mele golden
3 uova
50 ml di olio di semi di mais
50 gr di nocciole tritate grossolanamente
125 gr di yogurt alla nocciola
1/2 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
Succo di limone

PREPARAZIONE:

Sbattete le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso. Unite lo yogurt, il sale, l'olio e le nocciole, mescolate ed aggiungete per ultimo la farina e il lievito continuando a mescolare con una frusta. Sbucciate le mele e tagliatene una a cubetti, mettetela nell'impasto e amalgamate bene. Tagliate l'altra mela a fette sottili e spruzzatele con poco succo di limone per non farle annerire. Ungete e infarinate una tortiera e versate il composto, livellatela e disponete le mele sulla superficie. Infornate a 180 gradi per circa 45 minuti. Fate raffreddare la torta prima di servirla.

19 settembre 2016

Torta di Carote e Noci senza Burro

Guardando i cartoni animati mio figlio ha visto un coniglietto che mangiava la torta di carote e, incuriosito, mi ha chiesto di farla. Gli ho preparato una torta leggera, senza burro, con noci e carote... A una torta cosi non potevo dire di no!

INGREDIENTI:


1 tazza di carote grattugiate
1 tazza di noci tritate grossolanamente
1 tazza di farina 1
1/4 di tazza di farina integrale
1/4 di tazza di olio di mais
1/2 tazza di zucchero di canna
1 uovo
Latte q.b.
1/2 bustina di lievito vanigliato
1 pizzico di sale

PREPARAZIONE:


In una ciotola sbattete l'uovo e lo zucchero con le sfruste, aggiungete il resto degli ingredienti e mescolate bene. Aggiungete il latte fino ad ottenere un composto cremoso, non troppo duro. Imburrate e infarinate una teglia, riempitela con l'impasto e cuocete per circa 40 minuti a 180 gradi. Controllate con una stecchino la cottura prima di sfornare la torta. Fate raffreddare e, se volete, spolveraizzte con zucchero a velo. La torta di carote e noci senza burro è pronta per essere gustata!

07 settembre 2016

Dadolata di Zucca con Pecorino e Pistacchi

Finalmente è di nuovo periodo di zucca! Oggi vi propongo un antipasto vegetariano gustoso e veloce, si tratta di una dadolata di zucca tiepida con pecorino e pistacchi.









INGREDIENTI per 4 persone:

500 gr di zucca pulita
150 gr di pecorino dolce
16 pistacchi
Timo
Olio evo
Sape
Pepe

PREPARAZIONE:

Tagliate a cubetti piccoli la zucca e saltatela in padella, con un filo d'olio e un paio di cucchiai d'acqua, per 10 minuti (deve ammorbidirsi ma rimanere soda), salate e pepate. Nel frattempo sgusciate i pistacchi, tritateli grossolanamente e metteteli da parte. Togliete la crosta al pecorino e fatene dei cubetti. Quando la zucca sarà tiepida potrete comporre il piatto. Mettete sul fondo la zucca, aggiungete i cubetti di pecorino e infine i pistacchi. Completate con qualche fogliolina di timo e servite subito.

05 settembre 2016

Mousse di Tonno e Fagioli corona alle Olive

Si lo ammetto, sono un po' sbadata e a volte mi dimentico qualcosa... in questo caso non ho scritto sulla lista della spesa gli ingredienti dell'antipasto. Ho rimediato improvvisando con quello che avevo in casa e ne è uscita proprio una mousse gustosa. Vi lascio un'idea per un antipasto veloce e senza cottura. Una mousse di tonno e fagioli alle olive, da spalmare sui crostini o su delle tartine.



02 settembre 2016

Crostata cremosa al Cioccolato, Pere e Noci

Se siete amanti del cioccolato dovete provare questa torta! Ho organizzato una cena con un'amica in dolce attesa e questa è stata la conclusione della nostra serata. Lei adora il cioccolato, a suo marito invece non piace, quindi devo sempre cercare qualcosa che accontenti una volta uno e una volta l'altra. Questa è stata la volta di Silvia, per lei e il suo piccolino un tripudio di cioccolato!

INGREDIENTI per la frolla:

330 gr di farina tipo 1
200 gr di burro morbido
120 gr di zucchero di canna
30 gr di miele d'acacia
60 gr di tuorlo
1 baccello di vaniglia
1 pizzico di sale

Per il ripieno:

200 gr di cioccolato fondente
200 gr di panna
1 piccola pera
4 noci
1 noce di burro
2 cucchiai di zucchero

PREPARAZIONE:

Nella ciotola della planetaria, usando la kappa, fate amalgamare il burro con lo zucchero e il miele. Con un coltello tagliate per il lungo la vaniglia, raschiate i semini e aggiungeteli al resto con i tuorli e il sale. Unite infine la farina e fate lavorare la macchina per uno o due minuti, fino ad ottenere un impasto consistente. Formate una palla, schiacciatela e mettetela a riposare in frigo per 30 minuti. Togliete la pasta frolla dal frigo, stendetela dello spessore di circa 1/2 centimetro e rivestite una tortiera. Bucherellate la frolla con una forchetta, mettete sul fondo della carta forno e copritela di fagioli secchi. Cuocete a 175 gradi per circa 10 minuti, poi togliete la carta forno coi fagioli e continuate la cottura per altri 15 minuti circa. I bordi non devono essere troppo scuri ma il fondo deve essere ben cotto. Tagliate a cubetti la pera e fatela saltare per 5 minuti in una padella con il burro e lo zucchero (la pera deve diventare un po' morbida ma non disfarsi) e fatela raffreddare in un colino, così perderà i liquidi in eccesso. In un pentolino portate a bollore la panna, togliete dal fuoco e aggiungete il cioccolato che avrete tagliato a pezzi. Mescolate con una spatola fino a far sciogliere tutto il cioccolato e lasciate intiepidire. Mettete le pere nel guscio di frolla ormai freddo e versate la crema di cioccolato. Aggiungete qua e là le noci, che avrete spezzettato con le mani, e riponete in frigo per almeno 4 ore prima di servire.


01 settembre 2016

Coppette di Ceci e crema Piccante alla Rapa rossa

Ho invitato a cena i miei suoceri e subito dopo ho pensato: e adesso...cosa cucino? Sono persone tradizionali con gusti piuttosto classici ma io no, e volevo azzardare qualcosa in più, così ho aperto la cena con questo insolito abbinamento in un antipasto al cucchiaio. Ho pensato che storcessero il naso assaggiandolo e invece a momenti si mangiavano pure le coppette! Non vi dico che soddisfazione!


INGREDIENTI per 4 coppette:

1 rapa rossa già lessata
1 caprino fresco di capra
250 gr di ceci lessati
Peperoncino in polvere
Sale
Pepe

PREPARAZIONE:

In ogni coppetta metterete 7 ceci interi, quindi tenetene da parte 28. Frullate il resto con la rapa rossa e il caprino di capra, aggiungendo un goccio d'acqua fino a rendere la crema della giusta densità. Regolate di sale, pepe ed abbondante peperoncino. Mettete due cucchiai di crema nelle coppette, aggiungete 4 ceci e coprite con il resto della crema. Ultimate con gli ultimi ceci e un spolverata di peperoncino. Riponete le coppette in frigorifero fino al momento di servire.


28 agosto 2016

Crema Pasticcera con Uova intere

Ogni volta che preparo la crema pasticcera, usando solo i tuorli, devo trovare un modo per consumare gli albumi avanzati. Con questa ricetta ho risolto il problema!



INGREDIENTI:

500 ml di latte fresco intero
120 gr di zucchero
30 gr di maizena
2 uova intere
1 limone

PREPARAZIONE:

Scaldate il latte in un pentolino e aggiungete la buccia del limone grattugiata, solo la parte gialla. In una ciotola unite le uova, la maizena e lo zucchero e mescolate con una frusta. Quando il latte è caldo versatelo sulle uova, mescolate e rimettete la crema nel pentolino, ad addensarsi sul fuoco. Continuate a mescolare, basteranno pochi secondi e quando sarà pronta copritela con della pellicola a contatto e fatela raffreddare. Conservate la crema pasticcera con uova intere nel frigo.

25 agosto 2016

Grissini arrotolati con esubero di Lievito Madre

Ecco un'altra ricetta per riciclare l'esubero di lievito madre. Non si butta via niente!

INGREDIENTI:

200 di farina 1
85 ml di acqua
250 gr di lievito madre non rinfrescato
25 ml di olio evo
4 gr di sale

PREPARAZIONE:

Mettete nella planetaria tutti gli ingredienti ed impastate per 5 minuti. Prendete dei pezzi di impasto e arrotolateli sul piano di lavoro formando i grissini. Disponete i grissini su una teglia con carta forno ed infornate in forno già caldo a 180 gradi per circa 25 minuti.

23 agosto 2016

Polpette di Cannellini e Pomodori secchi

Come si sarà capito non amo molto mangiare la carne, per questo motivo ho fatto queste polpette di cannellini e pomodori secchi. Sono buone, veloci da preparare e si possono cuocere sia in padella con un filo d'olio che nel forno, a voi la scelta.

INGREDIENTI:

250 gr di fagioli cannellini lessati (o 1 lattina di quelli già pronti)
10 pomodori secchi
1 uovo
40 gr di Grana grattugiato
1 pezzettino d'aglio
Pane grattugiato
Basilico
Olio evo
Sale
Pepe

PREPARAZIONE:

Sbollentate i pomodori secchi per un paio di minuti in acqua non salata e scolateli. Metteteli nel mixer con i fagioli (se usate quelli in scatola scolateli bene), l'aglio, il basilico e l'uovo. Frullate molto bene e trasferite il composto in una ciotola. Aggiungete il formaggio, un po' di pane grattugiato, sale, pepe e amalgamate bene gli ingredienti. Formate le polpette e fatele dorare in una padella con un filo d'olio girandole a metà cottura. Servite calde.

Potete cuocere le polpette anche in forno: disponetele in una teglia con carta forno, irrorate con un filo d'olio e cuocete in forno a 180 gradi per circa 15 minuti.

22 agosto 2016

Insalata di Cous Cous con Ceci e Lime

Ecco un altro piatto fresco e veloce da mettere in tavola come piatto unico, come primo o, come in questo caso, per un aperitivo insolito. L'ho servito prima di una cena abbinato a dei crostini con il Patè di Cannellini e Caprino e l'Hummus di Ceci ed è piaciuto molto ai miei ospiti.

INGREDIENTI per un aperitivo per 4 persone:

1 tazzina scarsa di cous cous
1 tazzina di acqua quasi a bollore
50 gr di ceci già lessati
1/2 zucchina
8 pomodorini
Menta
Succo di 1/2 lime
Olio evo
Sale
Pepe

PREPARAZIONE:


Tagliate la zucchina a cubetti molto piccoli e saltatela in padella con un filo d'olio per 5 minuti. Mettete il cous cous in una ciotola,versate l'acqua calda e aggiungete il sale, quindi copritelo con un piatto e fatelo riposare per 5 minuti. Tagliate i pomodorini, riuniteli in una ciotola con i ceci, i cubetti di zucchina ormai freddi, e il cous cous precedentemente sgranato con una forchetta. Aggiungete un filo d'olio, la menta tritata, il succo del lime e regolate di sale e pepe. Riponete in frigo per almeno 20 minuti e servite freddo.

18 agosto 2016

La pasta frolla del maestro Iginio Massari

Che dire se non... Wow...Il maestro è sempre il maestro! Tra i mille tipi di pasta frolla esistenti ho deciso oggi di provare quella del maestro Iginio Massari. È ideale per crostate di frutta e dolci "innovativi", come crostate con ganache o tartellette con confetture o gelatine.

INGREDIENTI:

333 gr di farina 0
200 gr di burro morbido
120 gr di zucchero a velo
30 gr di miele di acacia
60 gr di tuorlo d’uovo
2 gr di sale
1 baccello di vaniglia
1/2 limone grattugiato

PROCEDIMENTO:

Montate sulla planetaria la foglia (o kappa). Nella ciotola lavorate il burro morbido con lo zucchero a velo e il miele fino ad ottenere una crema. Aggiungete il sale ai tuorli e mescolate leggermente, uniteli alla crema di burro ed aggiungete anche la buccia grattugiata del limone (solo la parte gialla). Tagliate per il lungo la bacca di vaniglia, raschiate la polpa coi semi ed unitela al resto. Questo composto si chiama massa grassa. Ora togliete la kappa e montate il gancio sulla planetaria. Setacciate due volte la farina per togliere eventuali grumi, aggiungetela alla massa grassa e lavoratela il meno possibile, per non più due minuti. Avvolgete la pasta frolla nella pellicola o nella carta forno e mettetela in frigo a stabilizzarsi per due ore. Toglietela dal frigo e stendetela, tra due fogli di carta forno leggermente infarinata, dello spessore desiderato. Per facilitare l'operazione potete mettere due righelli al lati e passarci sopra il matterello. In questo modo avrete una frolla uniforme, tutta dello stesso spessore. Pareggiate i bordi, togliete l'eccesso di pasta e rimettetela in frigo per 10 minuti. Mettete ora la frolla nello stampo schiacciandola bene contro i bordi e bucate il fondo per evitare che in cottura si formino bolle d'aria. Cuocete la frolla a 190 gradi per circa 18 minuti.

Il maestro dice che una buona frolla, una volta impastata, non si attacca alle mani!

15 agosto 2016

Crema di Avocado e Caprino


Le vacanze passano sempre troppo in fretta ed eccomi qui, di ritorno da Tenerife, dove abbiamo passato tre settimane stupende di mare e di relax. Potevo non cucinare? No! Tutte ricette veloci per non stare molto ai fornelli (o non starci proprio come in questo caso). Tra le altre cose ho preparato questa crema, approfittando di un prodotto locale squisito e che mangerei tutti i giorni, l'avocado. Potete mangiare questa crema con dei crostini o fare una bruschetta, finirà subito!




01 agosto 2016

Hummus di Ceci

L'hummus è una ricetta tipica del medio oriente, si tratta di una crema a base di ceci che si può mangiare spalmata su dei crostini o con delle verdure in pinzimonio. Si prepara in 5 minuti e questa è la mia versione.



27 luglio 2016

Piadine integrali con Lievito Madre

Ecco un altro piatto che preferisco fare a casa (spendendo pochissimo) piuttosto che comprere le piadine già pronte al supermercato. Tolgo sempre un pezzo di lievito prima del rinfresco per non dover aggiungere inutilmente troppa farina. Col pezzo non rinfrescato ci ho fatto queste buonissime piadine integrali.

INGREDIENTI:

130 gr di lievito madre non rinfrescato
140 gr di farina integrale
70 gr di farina 0
100 gr di acqua
2 cucchiai di olio evo
5 gr di sale

PREPARAZIONE:

Impastate tutti gli ingredienti per circa 10 minuti, dovrete ottenere una palla liscia. Dividete l'impasto in 4 pezzi, formate delle palline e fatele riposare per 15 minuti, così sarà più facile stenderle. Tirate la pasta col matterello e formate dei dischi. Cuocete un disco per volta in una padella antiaderente da entrambi i lati, farcite le piadine come preferite e mangiatele calde. In questo caso ho riempito le piadine con prosciutto cotto e formaggio.

26 luglio 2016

Torta allo Yogurt con Pere e Cioccolato

Vorrei darvi un'idea su come fare una torta soffice, semplicissima ma anche carina da vedere. Stanca della solita ciambella ho usato uno "stampo furbo". Si tratta di uno stampo per crostata con una scanalatura sul fondo che, se capovolto, crea un incavo da riempire con una farcitura.

INGREDIENTI:

1 vasetto di yogurt alla pera
2 vasetti scarsi di zucchero semolato
2 vasetti di farina tipo 1
1 vasetto di farina di farro
1 vasetti scarso di olio di semi
1 grossa pera
3 uova
1 bustina di lievito
1 pizzico di sale

Per la copertura:

120 gr di cioccolato fondente
3 cucchiai di latte
Mandorle a filetti

PREPARAZIONE:

Montate a neve ferma gli albumi con un pizzico di sale e metteteli da parte. Montate ora i tuorli con lo zucchero ed aggiungete lo yogurt, l'olio a filo, la farina e il lievito. Quando l'impasto sarà liscio e senza grumi aggiungete gli albumi montati, mescolando con una spatola o con un cucchiaio dal basso verso l'alto, per non smontarli. Unite delicatamente la pera tagliata a pezzettini. Imburrate ed infarinate una tortiera e versateci il composto. Cuocete a 180 gradi per circa 35 minuti. Quando la torta sarà fredda sformatela e capovolgetela. Sciogliete a bagno maria il cioccolato con il latte e versatelo sulla torta, aggiungete le mandorle e fate rapprendere completamente il cioccolato prima di servirla.



Ecco il mio "stampo furbo"







25 luglio 2016

Pagnotta Morbida alla Semola di Grano Duro con Lievito Madre



Il profumo di pane fresco è buonissimo e quando si usa il lievito madre è tutta un'altra cosa, per non parlare del gusto... Sono la prima ad ammettere che a volte il lievito di birra lo uso ancora, un paio di bustine in dispensa ci sono sempre, però la differenza si sente, eccome! Chi inizia ad usare il lievito madre difficilmente torna indietro, certo, ci vuole più tempo per la lievitazione ma basta organizzarsi con i tempi e il gioco è fatto! In questo caso infatti ho rinfrescato il pomeriggio, impastato la sera e cotto la mattina successiva. Per quelle volte in cui invece vengo presa alla sprovvista... Viva il lievito di birra!



23 luglio 2016

Finti spaghetti di Carote e Zucchine

Un'altra ricetta furbetta per tutte quelle mamme col mio stesso problema... Le verdure! Ho comprato un attrezzino che sembra un pelapatate ma in realtà serve per tagliare le verdure a julienne e mi si è aperto un mondo, ma partiamo dall'inizio... un paio di settimane fa in un supermercato ho comprato una confezione di spaghetti di verdure freschi e mi son chiesta se mio figlio, che andrebbe avanti a pasta, li avrebbe mangiati. Tutt'altro che speranzosa li ho preparati nel modo più simile alla pasta e lui mi ha sorpreso svuotando il piatto e chiedendo il bis! Ok, gli spaghetti di verdure gli sono piaciuti però che prezzo, una confezione di 250 grammi costa più di 3 euro! Per questo motivo quando ho visto quel' affetta verdure l'ho subito comprato. Ecco qui la ricetta base, la più semplice e simile a una pasta al pomodoro. A lui piace molto e ne mangia sempre due porzioni, spero che possa esservi utile.


INGREDIENTI per 4 persone:


3 zucchine
3 carote
10 pomodorini
Olio evo
Basilico
Sale

PREPARAZIONE:

Lavate i pomodorini, tagliateli a metà e cuoceteli con un filo d'olio per 5 minuti. Aggiungete una foglia di basilico e un pizzico di sale. Pulite e spuntale le zucchine e le carote ed affettatele con l'apposito attrezzo per fette a julienne. Saltate le carote in una padella con un filo d'olio, se dovesse servire aggiungete un goccio d'acqua. Aggiungete le zucchine, salate e portate a cottura per altri 2 minuti. Impiattate le verdure, condite con il sugo e servite calde.

22 luglio 2016

Polpette di Melanzane con Menta e Pistacchi

Si lo so, ho fatto la pazzia, ho acceso il forno! Ma l'ho fatto per cucinare questa delizia, polpette di melanzane con menta e pistacchi. Sono piaciute talmente tanto al mio piccolo Aaron che se le è mangiate anche il giorno dopo in piscina, a temperatura ambiente.

INGREDIENTI:


1 grossa melanzana
1 uovo
pane grattugiato
50 gr di Parmigiano grattugiato
10 pistacchi
Menta
Pepe
Sale
Olio evo

Per la salsa:

2 cucchiai di salsa tahina
2 cucchiai di acqua
Sale
Menta
Aglio


PREPARAZIONE:


Tagliate a metà la melanzana, praticate un paio di incisioni nella polpa con un coltello e cuocetela in forno o a vapore (io ho usato il microonde) per circa 20 minuti, fin quando risulta morbida. Fatela raffreddare e schiacciatela per togliere l'acqua in eccesso. Mettete la polpa in una ciotola, schiacciatela, aggiungete l'uovo, il formaggio grattugiato, i pistacchi tritati e la menta spezzettata. Regolate di sale e pepe ed aggiungete il pane fino a raggiungere una consistenza lavorabile. Formate le polpette, mettetele su una teglia ricoperta di carta forno e irroratele con un filo d'olio. Infornate a 190 gradi per circa 20 minuti girandole a metà cottura.


Per la salsa mescolate acqua e tahina, aggiungete sale, aglio tritato e menta. Servitela sopra le polpette calde.

21 luglio 2016

Cous cous freddo con Melanzane e Pomodori secchi

Ecco un altro piatto freddo per cercare di combattere il caldo di questi giorni. Un'insalata di cous cous con melanzane grigliate e pomodori secchi molto saporita.

INGREDIENTI per 4 persone:

1 bicchiere di cous cous
1 bicchiere abbondante di acqua
4 fette di melanzane grigliate
8 pomodori secchi
100 gr di mais
Basilico
Olio evo
Sale
Pepe

PREPARAZIONE:

Mettete il cous cous in una ciotola e aggiungete l'acqua molto calda, salate e coprite con un piatto per 5 minuti. Sbollentate i pomodori secchi per un minuto e fateli raffreddare. Trascorso il tempo necessario sgranate il cous cous, trasferitelo in una ciotola più grossa ed aggiungete un filo d'olio e fatelo raffreddare. Tagliate a pezzetti le melanzane grigliate e i pomodori secchi, aggiungeteli al cous cous, unite in mais, il basilico spezzettato e condite con sale, pepe e altro olio se necessario. Fate raffreddare in frigorifero e servite freddo.

16 luglio 2016

Frittata di Zucchine farcita

È da un bel po' che non pubblico ricette per bambini ma... Meglio tardi che mai! Da quando mio figlio ha compiuto 1 anno lo abbiamo abituato, pian piano, a mangiare a tavola con noi ciò che mangiamo noi, magari con delle varianti o con meno sale ma in completa autonomia. Le mie ricette per bambini quindi vanno bene anche per noi adulti, sono convinta che il miglior modo per far mangiare qualcosa ai nostri figli sia quello di mangiarlo insiemi a loro.
Oggi vorrei condividere con voi questa frittata farcita perché a mio figlio è piaciuta molto ed è piaciuta molto anche a me. È sempre difficile fargli mangiare le verdure ed in questo caso le ho "nascoste" per benino. Si può preparare in anticipo e servire fredda o a temperatura ambiente.

INGREDIENTI:

3 uova
1 zucchina
80 gr di prosciutto cotto (circa 3 fette)
100 gr di formaggio spalmabile
Olio evo
Sale

PREPARAZIONE:


Pulite la zucchina e tagliatela a pezzi, metteteli nel bicchiere del minipimer con le uova e un pizzico di sale. Frullate bene, fino a quando non vedrete più i pezzettini verdi. Scaldate un filo d'olio in una padella e cuocete la frittata di zucchine. Una volta cotta mettetela su un tagliere e farcitela con il formaggio spalmabile, con il calore sarà semplice distribuirlo uniformemente.

Ricoprite con le fette di prosciutto cotto e arrotolate. Tagliate a fette e servite tiepido.
Se preferite potete far riposare il rotolo in frigo per mezz'ora prima di tagliarlo e servirlo freddo.